La musica di Dante, i cori giovanili alla corte del sommo Poeta

Seguir virtute e canoscenza
Concerto del Coro Giovanile Sardo

Si è tenuto sabato 13 novembre presso l'Auditorium San Domenico ad Oristano il concerto “Seguir virtute e canoscenza” del Coro Giovanile Sardo ​diretto da Enrico Correggia​ e Claudia Dolce.

Il concerto è inserito nel progetto nazionale “La musica di Dante, i cori giovanili alla corte del sommo Poeta”. Un progetto di rete pensato e organizzato da otto federazioni corali regionali con il coordinamento dalla Feniarco. Un percorso musicale e corale che coinvolge otto cori giovanili regionali italiani che, dopo alcune sessioni di studio e formazione sul proprio territorio e al termine della stagione concertistica nazionale, si incontreranno in Toscana dal 9 al 12 dicembre dove presenteranno otto composizioni su testi di Dante espressamente commissionate per l’occasione.

Il brano che il CGS porterà a Firenze, “Seguir virtute e canoscenza” (da cui il titolo del concerto), ad otto voci, è stato scritto dal compositore sassarese Luca Sirigu​ che ha messo in musica i versi 119-120 dal Canto XXVI dell’Inferno.

fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza

Ad Oristano, il CGS ha mostrato di avere tutte le carte in regola per ben figurare nel convivio corale che si terrà a breve in Toscana in occasione della residenza artistica che riunirà gli otto cori giovanili regionali aderenti al progetto: progetto che senz’altro favorirà scambi d’esperienza grazie anche alle sessioni collettive di musica corale e rafforzeranno ancor più la coesione e la determinazione che i giovani cantori e i loro direttori hanno espresso durante il concerto a San Domenico. Un programma impegnativo quanto ben costruito e condotto sia nella prima parte dedicata ad un percorso di carattere profano (Claudia Dolce) che nella seconda nella quale sono state eseguite pagine tratte dal repertorio sacro (Enrico Correggia).

La Fersaco ha creduto e aderito con gioia alla proposta nazionale consapevole che esperienze di questo tipo dall’alto valore culturale e umano sapranno ricompensare cantori e direttori dei sacrifici affrontati.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.